Allenamente

Orario di Apertura : Dal Lunedì al Venerdì dalle 8:30 alle 16:30
  Contact : 340.055.11.84

All Posts in Category: Alzheimer

coronavirus

ALLENAMENTE…AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Avremmo voluto scrivere ben altro in questo articolo e le intenzioni c’erano tutte, dettate principalmente dalla volontà di non interrompere un servizio fondamentale per tantissime famiglie.

Purtroppo la nostra perseveranza e la nostra volontà è andata a sbattere contro qualcosa che ci sta condizionando e rovinando le vite da troppo tempo.

Se, fino a qualche giorno fa, la situazione era di gran lunga migliore, adesso, la rapida evoluzione in peggio ha portato a fare delle scelte molto importanti: a livello nazionale, il 99% di queste rappresenta sicuramente un sacrificio per ognuno di noi ma, nella speranza di tenere duro per poco, ci facciamo forza a vicenda ed ottemperiamo al contenuto delle disposizioni normative.

E così, anche il Centro “AllenaMENTE”, vista la clientela cui si rivolge (così fragile specialmente in questo periodo) ha deciso professionalmente d’interrompere momentaneamente la propria attività per questa settimana; non potevamo non raccogliere l’invito di tutti di tenere alla nostra salute (intesa come salute di tutti e non singola) e di stare a casa (noi ed i nostri ospiti).

Non si prendono queste decisioni a cuor leggero ma, di fronte anche all’ultimo DPCM, era l’unica cosa giusta da fare.
Aggiorneremo l’evolversi della situazione sia qui sul nostro sito sia sulla nostra pagina Facebook.

Ovviamente qualsiasi tipo di rapporto esterno (comprese le varie convenzioni con le realtà scolastiche del territorio) sono sospese a data da destinarsi.

Tantissimi auguri a tutti e ricordatevi di rispettare le disposizioni del Governo. Ne usciremo di sicuro più forti di prima e ci ritroveremo ancora insieme.

 

Grazie,

LA COOPERATIVA ALLENAMENTE

Read More
20190915_113826

CONVEGNO GIORNATA MONDIALE ALZHEIMER

Il Centro Allenamente ha il piacere di comunicarvi che sarà presente con un proprio relatore al Convegno sulla Giornata Mondiale dell’Alzheimer che si terrà venerdì prossimo. Siete tutti invitati a partecipare!!!

Read More
aaaaalzheimer

OPEN DAY 21 SETTEMBRE 2016

Nella “giornata mondiale dell’Alzheimer”, gli operatori saranno a disposizione per dare informazioni sul nostro centro diurno. Dalle 10:45 alle 12:45 è previsto intervento del ludobus con attività adatte alla terza età (a cura dell’associazione Koinonia). Dalle 17:00 alle 18:30 incontro con i familiari per consigliare sull’approccio e la gestione dei pazienti.

Read More
IMG_8580

Grazie Michele!

IMG_8580

“A Fossa, provincia dell’Aquila, mi hanno raccontato la storia del musicista M….” così si apre la breve (ma toccante) storia che Michele Farina ha voluto inserire nel suo nuovo libro parlando della personale esperienza avuta nel nostro Centro quando è stato graditissimo ospite.

Volendoci spingere un pochino oltre possiamo tranquillamente dire che si tratta di un nuovo successo di noi tutti in quanto, comunque, aver ospitato un giornalista di un quotidiano nazionale non è routine ed essere anche citati in una sua pubblicazione a maggior ragione è qualcosa di cui andare fieri e di questo lo ringraziamo infinitamente.

Non è affatto facile scrivere un libro sull’Alzheimer, qualcosa di cui, se chiediamo a chi c’è passato o c’è dentro quotidianamente, è difficilissimo parlare perchè si tratta di qualcosa di personale, perchè non tutti vogliono far sapere in giro di avere un familiare malato di questa patologia neurodegenerativa (per la quale, è bene sempre e comunque ricordarlo, ad oggi non esiste una cura definitiva), perchè sembra impossibile scrivere qualcosa senza cadere nelle solite ripetizioni, senza vedere questa condizione umana se non dal punto di vista medico. Ed invece Michele è riuscito a creare un libro in cui ha raccolto tutte le sue esperienze in giro per l’Italia, cercando di dare ad ogni singola storia una sua umanità, inserendola in un contesto diverso da quello squisitamente ospedaliero, a volte cercando di tratteggiare contorni romantici, altre magari facendo risaltare l’aspetto più carino e simpatico ed in altre rappresentandole semplicemente per come sono: drammatiche.

Si ha la sensazione di vivere un’unica grande vita, senza distinzione di luoghi (anche se diversi), personaggi e situazioni. Il titolo stesso è emblematico perchè racchiude, in un’unica domanda, l’essenza, lo stato d’animo, la preoccupazione più grande, il desiderio ultimo di queste persone.

Un aspetto che, secondo me, è connesso a quanto appena detto è quello di non aver voluto dividere l’opera su un criterio semplicemente geografico o per nome ma con pochissime parole che simboleggiassero il contenuto delle singole storie perchè, di fronte a certe cose, le parole meno vengono usate e meglio è; una sola può dire tutto e quindi ecco il titolo della sezione in cui siamo presenti “Tortellini e gentiluomini” dove, per chi conosce il protagonista dell’episodio che ci riguarda o per chi lo leggerà, capisce benissimo il perchè del “gentiluomo”.

Questo è l’insegnamento che si può e si deve trarre: la malattia non deve portare alla deriva il malato ed i suoi familiari, con tutte le conseguenze umane ed economiche che si possono immaginare. La situazione dev’essere affrontata per quella che è, cercando, laddove possibile, di provare a farci su un sorriso, perchè l’Alzheimer si combatte anche così.

Mai dimenticando che se non ce la facciamo da soli, c’è qualcuno che ci può aiutare a farlo.

 

GRAZIE MICHELE!

 

Read More
san salvatore LOCA (1)-page-001

Bilancio Convegno

Con grande piacere possiamo dire che il Convegno che abbiamo avuto l’onore di ospitare sabato è riuscito benissimo, grazie al lavoro di tanta gente che si è messa a disposizione (ringraziamo veramente tutti) ed è grazie a loro che la frase ripetuta più spesso è stata: “UN’ESPERIENZA DA RIPETERE ASSOLUTAMENTE!”. Grazie a chi è intervenuto, agli studenti che hanno rallegrato l’atmosfera con la loro curiosità, al personale medico che ha dato quel “tocco” di professionalità tra cui il Prof. Marini che ha messo a disposizione il proprio proiettore, al Comune di Fossa che ci ha prestato gratuitamente 100 sedie ed il microfono, a chi c’è stato vicino nell’allestimento (anche esterno)…e poi, permetteteci di dirlo, grazie anche a noi, ad Ilaria, Marilena, Marco, Aleksandra…!

Per noi è stata una festa e non soltanto un convegno. 

 

 

Read More
san salvatore LOCA (1)-page-001

Convegno 29 Novembre 2014

san salvatore LOCA (1)-page-001La Cooperativa “AllenaMENTE” ha il piacere e l’onore di ospitare questo convegno presso la propria Sede; grazie mille agli organizzatori per aver scelto la nostra struttura.

Read More

I DIECI SEGNI PER RICONOSCERE L’ARRIVO DELL’ALZHEIMER

Mi preme pubblicare quelli che sono i dieci segni tramite cui riconoscere che il nostro cervello sta “perdendo colpi” perchè “prevenire è sempre meglio che curare” specialmente in casi come questi.

La fonte è: http://www.alzheimers.org.nz/about-dementia/the-ten-signs Un sito interamente in inglese e quindi riporto qui di seguito la traduzione in italiano della parte più importante.

“I comuni segni della demenza possono includere:

  • Perdita della memoria che può riguardare anche capacità lavorative;
  • Difficoltà nel portare a termine delle semplici questioni in casa;
  • Problemi col linguaggio;
  • Disorientamento spazio temporale
  • Problemi nel tenere il filo di un discorso;
  • Sbagliare ripetutamente a sistemare le cose e metterle nei posti sbagliati o inappropriati;
  • Cambiamenti di umore;
  • Cambiamenti di personalità;
  • Perdita d’iniziativa;
  • Problemi con il pensiero astratto (numeri)”
Read More

Un pochino di dati esteri…

Così…tanto per sapere di cosa si sta parlando, andiamo a vedere anche fuori Italia com’è la situazione in 3 Paesi lontani da noi.

CANADA: http://www.alzheimertoronto.org/ad_Statistics.htm#one

USA: http://www.alz.org/downloads/facts_figures_2013.pdf

NUOVA ZELANDA: http://www.alzheimers.org.nz/information/reports-statistics (il costo totale nel 2011 per la gestione di questa drammatica situazione è stato di 954,8 milioni di dollari ed in 3 anni, dal 2008 al 2011, c’è stato un incremento del 18%) – Si pensa che nel 2050 quasi 150 mila neo-zelandesi soffriranno di demenza

L’ultimo caso è molto importante perchè pare che in Paesi come la Nuova Zelanda soltanto il 60% dei casi venga effettivamente diagnosticato e documentato. Allucinante.

Read More

LA COOPERATIVA ALLENAMENTE SUL CORRIERE DELLA SERA!

Oggi sul sito del Corriere della Sera (che riportiamo in basso) è uscito un interessantissimo articolo…con un piccolo accenno anche alla nostra realtà. Un grazie infinito va al giornalista Michele Farina che è stato nostro graditissimo ospite e che invitiamo a tornare in qualsiasi momento.

Basta poco…che ce vò?!

http://www.corriere.it/salute/neuroscienze/14_febbraio_20/neurologo-malata-alzheimer-se-non-vuoi-guarire-ti-lascio-morire-aa578df0-9a0f-11e3-b054-e71649f9da68.shtml

Read More